QUI IL PASSATO HA UN FUTURO

Istituto di ricerca storica dal 1888

Conferenze & Convegni

Radio Vaticana: andamento e risultati del convegno Raffaello al Campo Santo Teutonico

Dr. Mario Galgano di Radio Vaticana ha presentato in una dettagliata intervista con la dott.ssa Claudia Bertling Biaggini (Zurigo) una panoramica del Convegno Raffaello del RIGG, che con 150 partecipanti iscritti è stato molto apprezzato. L'intervista tratta i temi principali, le difficoltà, ma anche il successo del convegno online. Leggi e ascolta qui!

Ringraziamo anche per il dettagliato apprezzamento di Raffaello da parte di un'accademia radiofonica in più parti.

Notizie romane & dall'Istituto

Un necessario ringraziamento pubblico

di Stefan Heid

In questo anno di sfide speciali, mi sento in dovere di dire un grande, sentito ringraziamento a tutti coloro che stanno leggendo queste righe e a tutti coloro che sostengono e seguono le sorti dell'Istituto Romano. L'Istituto di Görres sa di essere sostenuto da una notevole simpatia, che è particolarmente evidente in questi tempi. Può sembrare banale ora, ma donazioni di oltre 11.000,- Euro in molti importi individuali quest'anno è una testimonianza notevole. A ciò si aggiungono i contributi dei nostri soci, che ammontano a 3.556,-. Vorrei cogliere l'occasione per esprimere il mio ringraziamento in modo più dettagliato e per motivarlo.

weiterlesen

Da tutto il mondo

Plininio il giovane: il contagio del cristianesimo

Plinio il giovane scrive, verso 111-112,  dall'Asia Minore una lettera al'imperatore Traiano, nel quale descrive il cristianesimo come una religione molto contagiosa:

"Mi parve infatti cosa degna di consultazione, soprattutto per il numero di coloro che sono coinvolti in questo pericolo; molte persone di ogni età, ceto sociale e di entrambi i sessi, vengono trascinati, e ancora so saranno, in questo pericolo. Né soltanto la città, ma anche i borghi e le campagne sono pervase dal contagio (lat. ,contagio'!) di questa superstizione; credo però che possa esser ancora fermata e riportata nella norma" (ep. 10,96).

Per forza Plinio vuole annunciare all'imperatore successi e per questo spera che, in seguito della persecuzione e dell'isolamento dei cristiani, i templi pagani si aprano di nuovo e i sacrifici cruenti vengano rinnovati.