Notizie romane

Notizie rilevanti dal mondo culturale di Roma

Notizie Romane

L'archivista Markus Pillat SJ cambia da Roma a Innsbruck

Il Frater Markus Pillat SJ, nato a Colonia, che per quasi 20 anni ha lavorato nel "Germanicum et Hungaricum" come bibliotecario e archivista, si trasferisce all'inizio di giugno al Collegio dei Gesuiti di Innsbruck. Pillat ha contribuito molto alla memoria della storia dei gesuiti a Roma, per esempio con i suoi contributi nel "Korrespondenzblatt" (Biblioteca del Campo Santo: X 18), ma anche con il suo contributo nel prossimo numero di maggio della Römische Quartalschrift, in cui apparirà un suo saggio sulla questione della nazionalità nel Germanicum. Il contributo risale alla sua conferenza tenuta durante il convegno "Tra Corone e Nazioni" al Campo Santo Teutonico.

L'Istituto storico dei Domenicani

L'Ordine Domenicano ha una grande storia e in realtà dovrebbe fare la storia ancora oggi. Fa praticamente parte dell'eredità eterna dell'Ordine dei Predicatori condurre un'esistenza squisitamente di nicchia. Questo vale anche per l'Istituto Storico, che mantiene comunque viva la memoria della missione, della visione e della realtà degli 800 anni di storia. Esso viene diretto da Viliam Stefan Dóci. Attualmente, l'Istituto viene ancorato più saldamente all'Università Angelicum e allo stesso tempo gli viene dato un profilo più alto. Il sito web ora dà un'immagine migliore del lavoro. L'Istituto è ora anche membro dell'Unvione Internazionale degli Istituti di Archeologia, Storia e Storia dell'Arte di Roma. L'Istituto ora offre anche interessanti conferenze:

prossima conferenza 18 marzo su Garrigou-Lagrange OP

Giornata di Studio sul Secolo Oscuro del Papato - aperta a tutti

Venerdì 26 febbraio, Paul Oberholzer dell'Università Gregoriana e Alberto Bartola della Sapienza organizzeranno una giornata di studio sul tema: "Saeculum Obscurum - Papato e Roma nei riflessi di un secolo controverso". Il cosiddetto/preteso/presunto? secolo buio del papato si riferisce tradizionalmente al X secolo: Materiale per i miti e incentivo alla demitizzazione. La partecipazione non richiede registrazione. Durata: dalle ore 9 alle 18.

giornata

Le arti e gli artisti nella diplomazia pontificia

Deadline del Call for Papers: 15 marzo

La Facoltà di Storia e Beni Culturali della Chiesa insieme con le università romane Sapienza e Roma Tre invita alla giornata di studio al 15 ottobre sulla questione: Che ruolo giocano le arti per la diplomazia internazionale della Curia Romana dall'umanesimo fino al totalitarismo. 

ulteriori informazioni

Martin Baumeister: 100 volumi Quellen und Forschungen

L'Istituto Storico Germanico ha pubblicato il centesimo volume della sua rivista della casa "Quellen und Forschungen aus italienischen Archiven und Bibliotheken" (Fonti e ricerche da archivi e biblioteche italiane), fondata nel 1898. Tali progetti erano en vogue all'epoca. L'Istituto Romano della Società Görres aveva già lanciato le sue "Quellen und Forschungen aus dem Gebiet der Geschichte" nel 1892, anche se non come un annuario ma come una serie.

Pio XII e gli Ebrei - libro e interviste di Johan Ickx

La deportazione degli ebrei romani avvenne un 16 ottobre 1943; ma il Giorno della Memoria, commemorato in tutta Italia, cade nel giorno della liberazione del campo di concentramento di Ausschwitz, il 27 gennaio 1945. Soprattutto di fronte agli orrori del Terzo Reich, la storia della Chiesa va indagata e spiegata. Dal 2 marzo 2020 sono stati aperti gli archivi vaticani su Pio XII, e questo comincia a dare i suoi frutti. Perché finalmente il ruolo di Pio XII di fronte all'Olocausto può essere davvero determinato in modo affidabile. Johan Ickx, con le sue pubblicazioni, si spera che contribuisca a un "mai più".

Programma del 2° colloquio dottorandi di Archeologia Cristiana (RACTA)

Il secondo Colloquio internazionale tra dottorandi e dottori di ricerca di archeologia cristiana, tardoantica e altomedievale presso il Pontificio Istituto di Archeologia Cristiana si svolgerà come meeting online. Il programma comprende 34 brevi presentazioni di dottorandi provenienti da otto paesi. Fortemente rappresentata è la Bulgaria, dove nel 2023 si terrà il prossimo Congresso Internazionale di Archeologia Cristiana. Il convegno viene organizzato autonomamente dai dottorandi, ma viene sostenuto dal PIAC e dall'Istituto Romano della Società di Görres. Tutte le informazioni sulla registrazione e l'acquisto degli atti del primo convegno si trovano qui:

RACTA II

Il Campo Santo Teutonico nel "Rheinischer Spiegel"

Se non conoscete ancora il quotidiano del Basso Reno "Rheinischer Spiegel" - il Rheinischer Spiegel conosce il Campo Santo Teutonico! Con un lungo articolo del 16 novembre, Nadja Becker descrive il bel posto, che grazie a Corona sembra ancora più incantato del solito. La bella descrizione offre motivo di correggere le false affermazioni di un libro di Roma pubblicato nel 2020, in cui si sostiene che il Presidente federale austriaco presiede il Campo Santo Teutonico, e il rettore è nominato dai vescovi di Monaco, Colonia e Salisburgo e da un cardinale di Curia. Nel caso in cui non sia già noto: Campo Santo Teutonico è diretto dal Rettore, e il Rettore è nominato esclusivamente dal Vicario Generale di Sua Santità per la Città del Vaticano. Informazioni sul Campo vedi qui.

Rheinischer Spiegel

Il presepe di Cristo in Santa Maria Maggiore a Roma

dedicato a Girolamo nel XVI centenario della sua morte (420-2020)

Santa Maria Maggiore - la grande Chiesa della Vergine Maria - si trova sul colle Esquilino, a poche centinaia di metri a nord del Laterano, la Chiesa Episcopale di Roma. Da tempo immemorabile, la chiesa mariana ospita il presepe di Cristo, particolarmente venerato durante il periodo natalizio. Dal mio punto di vista, è plausibile che questa magnifica chiesa, ancora oggi impressionante, ospitasse una reliquia eccezionale e che l'arrivo di (una delle) reliquie della Natività da Betlemme abbia spinto la costruzione di questa chiesa all'inizio del V secolo.